La stramba storia degli Hobbit italiani su Open

Il sito OPEN parla del Viaggio nella Terra di Mezzo

La stramba storia degli Hobbit italiani che sono arrivati sul Vesuvio per gettare l’Anello
«È come nelle grandi storie. Quelle che contano davvero. Erano piene di pericoli e oscurità e a volte non volevi sapere il finale. Ma l’oscurità è passeggera, non dura per sempre». Un Hobbit con un anello in mano. Di fianco a lui uno stregone, un nano, un elfo, due umani e altri Hobbit. «Il viaggio della Compagnia dell’Anello finisce qui». E poi il lancio dell’Anello, nel cratere del Vesuvio. Nicolas Gentile, 37 anni, negli ultimi giorni è diventato protagonista di un’interpretazione del Signore degli Anelli tutta in chiave italiana. Il 27 agosto è partito da Chieti, in Abruzzo. Insieme a un gruppo di amici, tutti vestiti come membri della Compagnia dell’Anello creata da J.R.R. Tolkien. Ha attraversato gli appennini ed è arrivato al Vesuvio dove ha lanciato un anello. La storia è stata seguita da migliaia di persone. L’account Instagram di Nicolas, @MyHobbitLife, ha superato i 50 mila follower. Un po’ cosplay, un po’ trekker, Nicolas nel suo racconto ha trasformato i luoghi del Centro Italia in (…)

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello